regolamento - AIAS2019

Logo Aias
Title
Vai ai contenuti
Regolamento
Home / Chi siamo / Regolamento
REGOLAMENTO GENERALE

PREMESSA
Il presente Regolamento Generale è subordinato allo Statuto della "Società Scientifica Italiana di Progettazione Meccanica e Costruzione di Macchine" – AIAS, approvato dall’Assemblea dei Soci il 05 Settembre 2019, e ne descrive le principali procedure operative, in particolare, quelle che regolano  l’ammissione e l’espulsione dei soci e l’elezione e la nomina degli organi dell’AIAS e dei loro collaboratori.


Articolo 1 - I Soci
1.1 – Ammissione dei soci. Le domande di ammissione all’ AIAS, indirizzate al Presidente dell’AIAS, sono presentate nelle forme indicate sul sito ufficiale dell’AIAS.
L’ammissione di un Socio, o la riammissione di un Socio dopo dimissioni o espulsione, è accettata con la maggioranza qualificata di almeno due terzi dei componenti del Consiglio Direttivo. La discussione sull’ammissione deve essere svolta nel corso della prima riunione utile del Consiglio Direttivo successivo al ricevimento della domanda di ammissione.

1.2 – Diritti dei soci. I soci di diritto, i soci ordinari e i soci onorari, hanno tutti i diritti personali, in particolare di partecipazione alle attività assembleari e di voto, previsti dallo Statuto. Ogni Socio Collettivo può partecipare alle attività dell’AIAS tramite un massimo di tre persone, proposte dal Socio Collettivo stesso,  a ognuna delle quali sono attribuite le prerogative dei soci ordinari.

Articolo 2 - L’Assemblea
2.1 – Convocazione, validità e ordine del giorno
L’Assemblea è costituita e opera secondo quanto stabilito dai relativi articoli dello Statuto.
L’Assemblea è convocata dal Presidente mediante comunicazione sul sito dell’AIAS e via posta elettronica. Con la convocazione viene comunicato ai soci l’Ordine del Giorno, che può essere integrato con comunicazioni successive, rese note con gli stessi strumenti, fino al giorno precedente l’Assemblea. Può essere richiesta, per iscritto, al Presidente una integrazione all’Ordine del Giorno, da almeno un sesto dei Soci oppure da almeno la metà dei membri del Consiglio Direttivo o  da almeno la metà dei membri del Consiglio Scientifico.
2.2 – Discussione e votazioni
Dopo l’illustrazione dell’argomento in discussione, il Presidente dell’Assemblea concede la parola a chi la chiede, seguendo l’ordine cronologico delle richieste. Sulla base dell’andamento della discussione, il Presidente dell’Assemblea può decidere limitazioni temporali alla durata degli interventi e la chiusura delle iscrizioni per prendere la parola.
Ogni Socio presente in Assemblea, ha la facoltà di proporre mozioni ed emendamenti su testi in votazione. Si definisce mozione la proposta di un testo da sottoporre alla discussione e alla deliberazione da parte dell’Assemblea. Si definisce mozione d’ordine una proposta di variazione dell’ordine dei lavori dell’Assemblea, un richiamo al regolamento o all’ordine del giorno o alla priorità di una votazione. Si definisce emendamento la proposta di modifica di un testo sottoposto alla discussione e alla deliberazione dell’Assemblea.
Le mozioni e gli emendamenti vengono posti in discussione secondo l’ordine di presentazione e posti in votazione sequenzialmente, a partire da quello che il Presidente dell’Assemblea ritiene essere il più lontano dal testo proposto. Al termine delle votazioni degli emendamenti, il testo eventualmente emendato è posto in votazione nella sua interezza.
Al fine di favorire il corretto svolgimento dell’Assemblea, il Presidente dell’Assemblea ha la facoltà, qualora lo ritenga opportuno, di proporre e mettere in votazione l’eliminazione di tutte le mozioni o parte di esse e degli emendamenti. Le votazioni, con esclusione di quelle per le elezioni degli organi, avvengono di norma in forma palese, per alzata di mano. In caso di esito incerto della votazione, su proposta del Presidente dell’Assemblea, o su richiesta anche di un solo Socio, si procede mediante appello nominale. In caso di parità di voti, prevale il voto del Presidente dell’Assemblea.
In casi particolari, esclusi quelli per le elezioni degli organi, per esempio per decisioni che riguardino persone, su proposta di almeno un Socio, e comunque quando il Presidente dell’Assemblea lo ritenga opportuno, è possibile esprimere la votazione in forma segreta.
2.3 – Assemblea ristretta
Quanto lo ritiene opportuno e sono in discussione argomenti di natura accademica riguardanti il SSD ING-IND/14, il Presidente dell’AIAS può indire una Assemblea ristretta, riservata ai soli soci di diritto dell’AIAS. Se è svolta in concomitanza con una Assemblea dell’AIAS, l’Assemblea ristretta inizierà alla fine della discussione di tutti gli altri punti all’ordine del giorno.

Articolo 3 -Il Presidente
3.1 – Allargamento delle funzioni del Presidente.
I poteri, le funzioni e le prerogative del Presidente sono definite dallo Statuto. Nei casi in cui non sia possibile convocare tempestivamente il Consiglio Direttivo o l’Assemblea, e sia necessario prendere decisioni urgenti nell’interesse della AIAS, il Presidente può assumere determinazioni, le quali sono sottoposte alla ratifica del Consiglio Direttivo o dell’Assemblea, secondo le competenze, nella prima occasione utile.
3.2 – Scelta del Vice Presidente e dei collaboratori del Presidente.
Nella seduta di insediamento del Consiglio Direttivo, il Presidente propone un Vice Presidente, scelto fra i membri del Consiglio Direttivo stesso. Se la proposta è approvata, il Vice Presidente è nominato dal Consiglio ed è immediatamente operativo. In caso di non approvazione, il Presidente ha la facoltà di fare una nuova proposta. Nel caso di ulteriore mancanza di approvazione da parte del Consiglio Direttivo, sia il Presidente sia il Consiglio Direttivo decadono e il Presidente indice nuove elezioni entro un mese dalla seduta di insediamento.
Nella seduta di insediamento del Consiglio Direttivo, dopo la nomina del Vice Presidente, il Presidente nomina fra i Soci di diritto dell’AIAS un Segretario, un Tesoriere e un responsabile per il sito Web (Web-Master). Il Segretario ha il compito conservare i verbali delle riunioni del Consiglio Direttivo, del Consiglio Scientifico e delle Assemblee. Quando presente alle riunioni, il Segretario ha il compito di  redigere i relativi verbali e di firmarli insieme a chi presiede la riunione.  Il Segretario, inoltre, supporta il Presidente nelle attività di comunicazione verso i soci e gli organi dell’AIAS e verso l’esterno.
In base allo Statuto, il Tesoriere sovraintende alla compilazione dei bilanci, consuntivo e preventivo, e li presenta al Consiglio Direttivo e successivamente all'Assemblea dei Soci, per l’approvazione.
Il responsabile per il sito web sovrintende la manutenzione del sito, il suo aggiornamento, la gestione dell’archivio AIAS.











Logo Aias nuovo
Riferimenti


Sede legale: Via Alfonso Rendano 18,  00199 Roma

Sede operativa:  c/o Univesità degli Studi della Calabria, Via Pietro Bucci, 87036 Arcavacata, Rende CS

C. F.: 95104900246

AIAS - Società Scientifica Italiana di Progettazione Meccanica e Costruzione di Macchine
© Copyright 2018 AIAS | Privacy | Informazione su i cookies
Contatti


segreteria@aiasnet.it

Social links



Torna ai contenuti